Instagram Top Grid

Instagram has returned invalid data.

Follow me on:

Io già vi vedo, stanche, svogliate, prive di motivazione, con i capelli indisciplinati, il trucco alla bell’e meglio e un’insana voglia di caffè. Questo è il vostro (e il mio) lunedì, un maledetto giorno che puntuale torna a disturbarci ogni settimana, con le sue lamentele e i suoi clichè.
Oggi però ricorre una data molto particolare che, sicuramente, ci aiuterà ad affrontare a testa alta questo lunedì.

Il 23 febbraio del 2007 non era un lunedì, ma un venerdì. Il week-end stava per cominciare, io tornavo a casa dopo una settimana fuori a causa dell’università, The O.C. andava alla grande e Marissa non era ancora morta. Ma qualcosa, quel giorno, cambiò per sempre la storia delle musica pop e scosse le fondamenta del roseo universo femminile.

Britney Spears rasò i suoi capelli, prese tra le mani un grosso ombrello e scese in strada per protestare contro i paparazzi che la tormentavano, colpendo ripetutamente con quell’arma improvvisata un SUV.

Quel 23 febbraio, adesso, altro non è che un ricordo lontano. Britney è risorta dalle sue stesse ceneri, si è affermata come milfona d’origine certificata e ha lanciato sul mercato una sua linea di intimo, che Brooke’s Bedroom della Forrester a confronto sembra la linea basic di Tezenis.

Bene.
Se Britney è riuscita a superare il 2007, noi possiamo certamente affrontare a testa alta questo lunedì, per quanto triste, grigio, piovoso e orribile possa essere.

Share

Leave a Reply

Instagram has returned invalid data.

Continuando ad usare questo sito, acconsenti all'uso dei cookies. Altro

La confurazione dei cookies di questo sito, è impostata su "accetta". Continuando ad usare questo sito senza cambiare la configurazione dei cookies o se clicci su "accetta", acconsenti automaticamente all'uso dei cookies.

Chiudi