mercoledì 19 novembre 2014

La Sirenetta, dopo 25 anni Ariel è ancora la migliore

Il 17 Novembre 1989 usciva in tutte le sale cinematografiche del mondo un capolavoro di animazione: La Sirenetta.
Sono passati 25 anni e Ariel resta sempre la miglior principessa Disney che sia mai esistita e se vi state chiedendo il perché, di seguito troverete una lista di motivi che confermano la mia affermazione.



Ariel è la prima adolescente ribelle del mondo dei cartoni animati Disney.

Ariel è l'unica principessa Disney non umana.



Ariel ha un nemico decisamente più spaventoso e soprattutto più grande (vedi scena finale con mega Ursula/Godzilla).

Ariel ha dei capelli meravigliosi (motivo per cui ogni anno casco nell'errore di tingerli di rosso).



Ariel ha sposato un idiota, togliendolo dalla circolazione ed impedendo ad altre di rimanere deluse. Il principe Eric infatti si innamora a prima vista di una ragazzina che lo salva da un naufragio, poi si innamora di una ragazza qualsiasi incontrata sulla spiaggia perché troppo simile alla tizia del naufragio, ma il giorno dopo sposa una sconosciuta dalla bellissima voce. MA CI SEI O CI FAI?



Ariel è l'unica principessa Disney con un sequel decente.

Ariel indossa abiti meraviglio, in particolar modo quello sfoggiato nelle scene finali in perfetto stile Red Carpet degli Oscar.


Adesso voglio che ognuna di voi corra a guardare per l'ennesima volta il cartone animato che, per la prima volta, ci ha fatto credere nell'amore, nella potenza di un forte sentimento e nell'importanza di avere capelli perfetti anche da bagnati.

martedì 18 novembre 2014

Isa Milk x Wonderlover | PECCATO CHE SIA UNA CANAGLIA



E’ cosa nota il mio amore sconfinato per il Cinema del Passato. A fregarmi è la nostalgia per i tempi d’oro degli studios di Cinecittà, ma anche di Hollywood. Sì, perché se vi fermate a riflettere sono sempre meno gli Attori-Divi, mentre aumentano quelli Divinizzati grazie ad un atteggiamento da finti rocker. Dove sono i nuovi Sophia, Marcello, Marlon, Cary, Grace, Marilyn, Clark?



E’ così che la scelta cinematografica di Novembre è ricaduta inevitabilmente su un film bianco e nero del 1954: Peccato che sia è una canaglia, diretto da Alessandro Blasetti. Tratto dal racconto Il Fanatico di Alberto Moravia, il film è interpretato da Sophia Loren, Marcello Mastroianni e Vittorio De Sica, la trinità cinematografica.




Paolo (Marcello Mastroianni) è un bravo ed affidabile tassista, ma la sua vita viene sconvolta dall’incontro con Lina (Sophia Loren), una bella popolana, abile nelle truffe, di cui si invaghisce. Per frequentare la ragazza, Paolo dovrà conoscere il Professor Stroppiani (Vittorio De Sica) padre di Lina.
Peccato che sia una canaglia è un esempio brillante di commedia italiana, dove il punto di forza risiede nella forte presenza scenica dei protagonisti. Non è un caso che proprio con questa pellicola è stata lanciata la coppia divistica Loren – Mastroianni, oltre ad essere il primo film di Sophia come protagonista femminile.


Il film ha un ritmo incalzante che scorre senza battute d’arresto, strizzando l’occhio alle sofisticate commedie americane degli anni  Trenta-Quaranta.
Una commedia elegante per tutta la famiglia, perfetta per il periodo prenatalizio.

Qui è dove potete trovare Isa Milk:
Instagram @isamilk9 
Twitter @isamilk9

lunedì 17 novembre 2014

La maxi moda del mini per l'a/i 2014-2015

Certe volte ci piace grossa, altre volte la amiamo piccola. Di cosa stiamo parlando? Della borsa!

La stagione autunno/inverno 2014-2015 vede protagoniste le mini mini mini borse, crossbody bag all'interno delle quali un iphone 6 plus non entrerebbe mai, pochette talmente piccole e graziose da impedirvi di portare le forcine di scorta, perché Maxi sarà anche comodo, ma Mini è decisamente più carino.




Le borse non sono però gli unici oggetti del desiderio ad aver subito una riduzione drastica nelle dimensioni, un altro must have è stato assolutamente rivoluzionato nelle sue tradizionali grandezze ovvero il tatuaggio. Dimenticate i dragoni sulla schiena e le rose sul braccio, oggi sulla pelle si imprimono piccoli disegni dal significato più o meno importante.

Poco colore, un piccolo spazio vuoto su dita, collo, polso o caviglia ed il gioco è fatto. Io stessa ne ho circa 5 così sul mio corpo, mini tattoo che mi rendono felice. Questo trend del momento potrebbe spingere molti a decidere finalmente di tatuarsi, invogliati dalla rapidità della realizzazione di un tatuaggio così piccolo.



Ph. weheartit
Borse Michael Kors

martedì 11 novembre 2014

5 celebrità presenti in The O.C. delle quali non ci ricordiamo



Abbiamo visto tutte quante The O.C.
Abbiamo pianto per la morte di Marissa, invidiato Summer per la sua storia con Seth e odiato la quarta stagione. Quello che però non sappiamo è che molte celebrities hanno fatto parte del cast, seppur di passaggio, prima di raggiungere la notorietà. Alcune le ricordiamo tutti come ad esempio Olivia Wilde oppure Nikki Reed, ma altre sicuramente non rientrano nelle nostre memorie, impegnati come eravamo nel notare i disturbi alimentari di Mischa Barton.
Scopriamo insieme chi sono queste celebrità!

Max Greenfield
Sandy Cohen da giovane nell'episodio 4x13 in The O.C
Schmidt in New Girl


Paul Wesley
Collega di Rian pazzo con pistola nell'episodio 1x05 in The O.C.
Stefan Salvatore in Vampire Diaries


Shailene Woodley
Sorella brutta di Marissa nella prima stagione di The O.C.
Amy Juergens in La vita segreta di una teenager americana


Lucy Hale
Hadley Hawthorn, compagna di stanza al college della sorella di Marissa in The O.C.
Aria Montgomery in Pretty Little Liars


Jackson Rathbone
Un fidanzato qualsiasi della sorella di Marissa 
Jasper Hale in Twilight


 


lunedì 10 novembre 2014

Back in the days | Novembre 2004

Ho appena iniziato a frequentare l'accademia di moda, sono convinta di poter diventare una stilista di successo, vesto sempre di nero, ma nascondo un sordido segreto: amo il rosa.
Mi trucco come Avril Lavigne, passo la piastra sui capelli tipo 5 volte al giorno, sono biondissima e seguo una dieta molto rigida (ma va'!).



Bush Junior ha appena vinto per la seconda volta consecutiva le elezioni, sticazzi non ce lo mettiamo? Parlando di argomenti decisamente più importanti ho visto 50 Volte Il Primo Bacio, non riesco a capire se ho voglia di rivederlo o se ne sono talmente assuefatta da rivivere le stesse situazioni ancora e ancora.

Porto i leggings con le maxi t-shirt, uso occhiali da sole imbarazzanti e ascolto musica hip-hop. Nel frattempo la mia coinquilina ascolta The Reason degli Hoobastank e piange perché il suo fidanzato è uno stronzo. Desidero un ipod, tutti ne possiedono uno, ma io non ancora... Che sfigata. Certo se fosse tra le mie mani questo gioiellino suonerebbe tamarrate come Yeah! di Usher, mentre gruppi come Crystal Castles e Babyshambles stanno per rendere decisamente più fico il panorama musicale.



Nel frattempo "Una storia d'amore magica come soltanto l'adolescenza riesce ad essere" sta rovinando per sempre milioni di ragazzine in tutto Italia, innamorate di un burinotto di nome Riccardo Scamarcio, protagonista di "3 Metri Sopra Il Cielo". Per i prossimi 10 anni mi interrogherò ogni giorno sul perché Babi abbia lasciato Step. Al momento preferisco piangere dopo aver visto "L'enigmista", chiamare il dermatologo suggerendogli che forse quel neo che ho sulla pancia in realtà è l'inizio di una qualche temibile malattia.
Sono gli albori di un'ipocondria da generazione Medicina 33.



Dawson's Creek ci ha lasciate con l'amaro in bocca appena un annetto fa, ma già 4 ragazzi (in realtà molto più fichi) si sentono pronti a rimpiazzare Pacey e compagnia bella. Marissa, Ryan, Seth e Summer ci trascinano con loro tra le strade di Orange County, per vivere le avventure di una serie tv che smette di intromettersi nei drammi familiari tipici di Dawson's Creek, ma punta tutto sull'idiozia degli adolescenti: droga, sesso, tradimenti, disturbi alimentari e bei vestiti.



Tuttavia mi sento una persona nuova, una persona migliore, una persona Sghicia! Ho guardato, riguardato e imparato a memoria il film che renderà Barbie per sempre tutte le mie coetanee e perdenti for ever tutte quelle che non avranno il piacere di guardarlo: Mean Girls.
Vuoi essere una Cady Haron o una Regina George?
Io ho già scelto, sarò per tutta la vita una Karen Smith.

venerdì 7 novembre 2014

Separati alla nascita

Sono una chiacchierona, da bambina ho iniziato a parlare prestissimo (pur dicendo delle parole inesistenti) talmente era forte la mia voglia di comunicare, ma certe volte le parole non occorrono o comunque non bastano.
Questo è uno di quei casi, una di quelle situazioni nelle quali le immagini riescono già a trasmettere tutto.

Nella gallery che segue una serie di fotografie che vi spiegheranno le discendenze di molti vip, parentele ed alberi genialogici verrano finalmente mostrati al mondo e tutto questo grazie a me.










giovedì 6 novembre 2014

Pretty Little Liars, 7 outfit da paura

La nostra serie preferita, quella che ci ha rese tutte detective, si trova al momento in un periodo di stallo fino al prossimo episodio natalizio che vedrà tornare sui nostri schermi (o meglio su quelli americani) le Liars.
Questo non ci impedisce di parlar male di queste 4, ma ormai 5, stronzette e svergognarle pubblicamente per i loro improponibili outfit di scena. Indovinate chi è la peggio vestita?

- Ma cos'è? Una jumpsuit pitonata con una t-shirt a righe? (Aria)


- Una gonna realizzata con una decina di cravatte mozzate. Ottima idea! (Aria)


- Se esiste una cosa peggiore di un twin set è certamente questa! (Spencer)


- Mix and match, lo stai facendo nel modo sbagliato. (Aria)


- Boyfriend jeans, girlfiend mistake. Bene per i cinque tasche, ma tutto il resto? Cos'è? (Alison)


- Hanna? Ma cosa... Sicuramente Emily starà esprimendo perplessità riguardo l'outfit dell'amica bionda (Hanna)


- Un abitino in pelle con bustier, fermato in vita da una maxi cintura, con sopra una mini inutile giacca. Perché? (Aria)


- Miglior outfit di sempre. (Mona)



 


© 2014 Wonderlover - Federica Guarneri. Powered by Blogger.